Diete. Effetti Collaterali: Possono Danneggiare Gravemente La Salute Psicofisica Di Chi Le Pratica. Inoltre Non Funzionano Quasi Mai.

1016_min.jpg
“Closeup photo of hand-choosing donut” by Kaboompics

Informazione gratuita: le diete non funzionano. Punto. 

Immaginiamo il seguente scenario. Un corso universitario della materia x ha un tasso di superamento del 5%. Come interpretiamo questo dato? Gli studenti non sono abbastanza motivati? Gli studenti sono pigri? Gli studenti dovrebbero essere più determinati? O – al contrario – il professore del corso x non è un buon professore.

Mi sembra abbastanza evidente che la seconda spiegazione è più probabile, soprattutto perché stiamo parlando del 5% degli studenti – solo il 5% superano l’esame finale. È improbabile che quasi tutti gli studenti che decidono di iniziare un corso non siano abbastanza determinati da portarlo a termine.

Sebbene questo sia largamente condivisibile, quando lo stesso scenario è applicato alle diete, improvvisamente la gente non è d’accordo. Una dieta, nel linguaggio comune, si definisce come una “temporanea astinenza, totale o parziale, dal cibo per dimagrire”. Questo significa che una dieta è qualcosa con un fine specifico, e questo fine è perdere peso. Oltre a essere specifico, questo fine è anche quasi impossibile da raggiungere – non ce la fa quasi nessuno. Perché allora continuare a seguire lo stesso corso con lo stesso professore?

Einstein disse che la follia consiste nel continuare a ripetere la stessa azione aspettandosi risultati diversi. Eppure tanti lo fanno, dieta dopo dieta, con propositi sempre migliori ma non per questo meno fallimentari.

Il problema non è che queste persone non sono abbastanza determinate, ma che il sistema delle diete in sé e per sé non è funzionante, è fallimentare, inutile e anche dannoso. Non sono le persone che non funzionano – lo fanno male, non ci provano abbastanza – sono le diete che non funzionano.

La reazione più comune a questo è ah ma le diete sono necessarie per la salute, l’obesità è una malattia, ecc. Questo è largamente discutibile.

  1. È certo che massa corporea e salute non sono inversamente proporzionali – gli studi scientifici non ci permettono di fare una simile affermazione, e la matematica non è un’opinione.
  2. È vero che ci sono delle correlazioni fra alcune malattie e il peso corporeo, ma fra correlazioni e causalità diretta c’è una differenza abissale. Ci sono persone grasse perfettamente sane e persone magre diabetiche e con problemi cardiovascolari.
  3. L’obesità rappresenta solo uno dei vari fattori di rischio, ad esempio, di uno dei due tipi di diabete, e nel frattempo siamo circondati da fumatori che parlano della necessità delle diete per la salute.
  4. La maggior parte delle persone che fanno la dieta la fanno a prescindere dal loro stato di salute con l’obiettivo estetico di perdere peso.
  5. Questa motivazione non rende le diete meno fallimentari: non funzionano lo stesso.

Le diete non funzionano perché si basano sul desiderio di controllare il proprio peso, o cambiarlo, e con esso il proprio aspetto. Il motore che spinge tante persone ad iniziare una dieta è la paura di ingrassare o il desiderio di dimagrire, che nasce dal rifiuto del proprio corpo. E con la paura e col rifiuto di sé non si è mai ottenuto niente, che sia necessario per la salute o meno.

A chi dice ah ma io ho fatto la dieta perché mi odiavo e ha funzionato e ora non mi odio più – 1. non sei il 95% delle persone che hanno iniziato una dieta, ma solo un individuo; 2. ne riparliamo fra cinque anni.

A chi dice ah ma io non lo faccio per la salute ma perché non mi piaccio e voglio piacermi – 1. questa motivazione è il motivo per cui le diete non funzionano; 2. ci sono altri modi per piacerti, funzionanti a lungo termine.

Per chi infine davvero è mosso dal desiderio di essere più sano, e non si sta solo autoingannando sui motivi per cui fa la dieta, ecco alcuni suggerimenti che potrebbero rivelarsi utili a lungo termine:

  1. Rinunciare a qualunque proposito estetico circa il proprio corpo e accettarlo così com’è adesso – non lasciamo che sia la società a decidere per noi cosa è “bello” (magro) e cosa non lo è (grasso), la bellezza è un’invenzione e non c’entra con la salute, inoltre questi propositi rendono le diete inefficienti;
  2. Modificare le proprie abitudini di vita che danneggiano la salute, es. smettere di fumare o di bere;
  3. Fare le cose per divertimento – uno sport piacevole è infinitamente migliore per la salute di una dieta stressante e inutile;
  4. Selezionare i cibi positivamente e per amore di sémi voglio bene quindi mangio questo cavolo che mi fa bene e non non mangio questo biscotto perché altrimenti diventerò un mostruoso maiale.
  5. Per quanto riguarda le selezioni negative, tenere presente che si tratta di scelte, e non regole, essere bendisposti ad accettare il fallimento e separare il proprio valore personale dall’esito di queste scelte.

Come scrive Isabel Foxen Duke (health coach ed esperta in materia) “la differenza fra chi riesce ad eliminare cibi per motivi medici con successo, e chi non ci riesce, sta nel grado di disapprovazione del o mancanza di fiducia nel proprio corpo. Fare una scelta alimentare perché vuoi stare bene è molto diverso dal farla perché pensi di non andare bene”.

Annunci

4 pensieri su “Diete. Effetti Collaterali: Possono Danneggiare Gravemente La Salute Psicofisica Di Chi Le Pratica. Inoltre Non Funzionano Quasi Mai.

  1. una dieta sana, bilanciata senza digiuni punitivi suggerita da un medico e un nutrizionista serio collegata a un moderato movimento fa bene, pure ai magri.
    La bellezza fisica non è una invenzione, esistono corpi maschili e femminili sanamente magri (ma non scheletrici) e formosi (ma non obesi) che sono belli fisicamente va accettato, questo non vuol dire che anche chi bello non è non possa piacersi, piacere, avere storie d’amore ecc…certo che può.
    essere molto obesi o scheletrici è un fattore di rischio per la salute dirlo non è bodyshamig, insultare lo è

    Mi piace

    • Ciao Paolo, grazie del feedback. Non sono d’accordo su quanto dici per diversi motivi.

      Sebbene ci sia una “correlazione” fra obesità e alcune malattie, ci sono pochi dati a supporto della tesi che perdere peso apporti benefici alla salute. Al contrario, studi su studi su studi e diversi specialisti affermano che le diete, secondo la definizone comune, possono danneggiare la salute, perché le restrizioni caloriche aumentano i livelli di cortisolo e inducono stress metabolico (il che può causare, fra le altre cose, insultino-resistenza).

      Ammesso e non concesso che le diete fossero efficaci, in quasi tutti i casi falliscono, le persone riprendono il peso che avevano perso, se non di più – e questo fenomeno del “weight cycling” non fa bene alla salute.
      Se ti interessa l’argomento, ne parlo in maniera più approfondita in questo articolo sull’obesità.

      La bellezza fisica è assolutamente un’invenzione. Non esiste alcuna definizione univoca di bellezza. La bellezza non è definibile in maniera oggettiva perché non esistono parametri universalmente condivisi che possano permetterne una qualche descrizione. Questo è provato dal fatto che l’idea di bellezza cambia col tempo, coerentemente ai cambiamenti sociali, economici e culturali delle società. In passato, quando avevamo meno risorse, essere più grassi significava essere più belli. Oggi abbiamo più risorse, quindi essere più magri è più difficile e allora è considerato un pregio. Questo non è un caso, ci sono evidenti fattori economici dietro questi costrutti sociali, ma è importante ricordare che si tratta di costrutti sociali, invenzioni, e nessuno è tenuto ad accettarli o condividerli.

      Essere scheletrici è un fattore di rischio per la salute, eppure le persone scheletriche non sono discriminate neanche lontanamente nella misura in cui lo sono le persone grasse. Sul fatto che essere obesi sia un rischio per la salute ti ripropongo l’articolo di cui sopra. Il bodyshaming a volte assume forme difficili da individuare, dire a una persona grassa che dovrebbe dimagrire anche se non è un insulto è un consiglio sbagliato (per i motivi di cui sopra) e in quanto non richiesto molto probabilmente inutile se non addirittura dannoso.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...